730 precompilato, solo dal 1° maggio possibile modificarlo e inviarlo

Dopo l’apertura dell’operazione 730 precompilato il 15 aprile scorso, con la possibilità per i contribuenti interessati di scaricare il file della propria dichiarazione, ora sta per essere sbloccata la funzione di modifica e invio del file medesimo. Infatti, ad oggi, i contribuenti che, accedendo direttamente o tramite intermediari, alla propria area autenticata hanno scaricato il file, non potevano modificarlo, né inviarlo all’Agenzia. Solo dal 1° maggio questo sarà consentito. Non bisogna dimenticare, però, che chi procede autonomamente ad una variazione che incide sull’imposta o un’integrazione significa sarà soggetto ai controlli formali sugli oneri comunicati alle Entrate e potrà ottenere i rimborsi oltre 4mila euro solo dopo il vaglio preventivo dell’Agenzia. Allo stesso tempo, la modifica tramite Caf o professionista abilitato rischia di far scattare la loro responsabilità con l’obbligo poi di rispondere di maggiori imposte, sanzioni e interessi.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.