Agenzia: nelle indagini 2014 più prevenzione e meno controlli formali

L’ Agenzia delle Entrate ha diffuso ieri la circolare n. 25/E del 6 agosto 2014 contenente gli indirizzi operativi per le indagini finanziarie sul 2014. La linea dichiarata è quelle di focalizzare più risorse sui controlli e contradditori preventivi , tralasciando per quanto possibile di perseguire gli errori formali e le richieste relative a importi poco rilevanti. Per gli studi di settore attenzione particolare al regime premiale, mentre sul fronte grandi contribuenti  nel mirino delocalizzazioni e le operazioni di trasformazione societaria che possono essere spia di elusione fiscale.
In materia di redditometro si  ribadisce l’importanza della selezione preliminare degli accertamenti al fine di indagare solo scostamenti significativi tra reddito e spesa e prestando poi la massima attenzione ai chiarimenti dei cittadini. Le raccomandazioni della direzione centrale dovranno ora essere fatte proprie dagli uffici periferici e dalla GDF.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.