Archivio dei rapporti finanziari anche per i “money transfer”

Con una nota di ieri 11 aprile 2013, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito agli adempimenti relativi all’Archivio dei rapporti finanziari da parte di soggetti che svolgono in Italia attività di prestazione di servizi di pagamento (money transfer) per conto di istituti di pagamento comunitari. In particolare, viene precisato, con riguardo all’attività di prestazione di servizi di pagamento svolta per conto degli Istituti di pagamento comunitari autorizzati a prestare in Italia, senza succursali, servizi di pagamento in regime di libera prestazioni di servizi, gli istituti di pagamento italiani, gli agenti in attività finanziaria italiani, gli agenti esteri, sono tenuti a: comunicare mensilmente all’Archivio dei rapporti finanziari l’esistenza e la natura di qualsiasi rapporto od operazione compiuta al di fuori di un rapporto continuativo, per conto proprio ovvero per conto o a nome di terzi, con l’indicazione dei dati anagrafici; predisporre la procedura telematica necessaria per rispondere alle richieste di indagini finanziarie inoltrate dall’Amministrazione finanziaria.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.