Banda larga, agevolazione al via con lo “Sblocca Italia”

L’articolo 6 del decreto sblocca Italia convertito in legge (D.L. n. 133/2014, convertito nella Legge n. 164/2014), per promuovere gli investimenti per la realizzazione di reti di comunicazione elettronica a banda larga, riconosce un credito d’imposta pari al 50% delle spese sostenute dall’impresa che realizza l’intervento infrastrutturale. Il bonus va utilizzato in sede di dichiarazione dei redditi e di dichiarazione IRAP. ell’imposta regionale sulle attività produttive. Lo scorso 11 novembre è entrata in vigore la legge 164/2014 di conversione del Dl 133/2014, il cosiddetto “Sblocca Italia”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 12 settembre. L’agevolazione è riconosciuta, in via sperimentale, fino al 31 dicembre 2015, a favore di interventi infrastrutturali per i quali non sono previsti contributi pubblici a fondo perduto, e che dovranno essere realizzati sulla rete di accesso a banda ultralarga, attraverso cui viene fornito lo stesso tipo di servizio all’utente.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.