Cessioni quote sociali, un’imposta per ogni cessione

Con la risoluzione 35/E del 2 aprile 2015 l’Agenzia delle Entrate ribadisce quanto già affermato in precedenza con la risoluzione 225 del 2008, ossia che l’atto contenente una pluralità di cessioni di quote di partecipazioni al capitale di una società, sconta tante imposte fisse di registro quanto sono le quote cedute. Nella prassi, spesso accade che i contribuenti applichino un’unica imposta di registro fissa, rifacendosi alla considerazione che si tratta di un unico documento sottoposto a registrazione, a prescindere dai negozi contenuti nello stesso. Secondo l’Agenzia questa interpretazione non è corretta in quanto si tratta della stipula di diversi negozi tra loro collegati, e non di un unico negozio complesso, pertanto è dovuta una tassazione per ognuno di essi.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.