Compensazione debiti fiscali e crediti PA: pronto il DM

Si avvicina il varo del decreto ministeriale che attua quanto previsto dal Decreto Sblocca- debiti del Governo Monti sui crediti verso la pubblica amministrazione . Il provvedimento ha ottenuto il via libera della Ragioneria dello stato e sarà quindi approvato a breve .Le somme compensabili in attivo sono tutti i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili maturati al 31 dicembre 2012 nei confronti di Stato, regioni, province ed enti locali per somministrazioni, forniture e appalti e prestazioni professionali certificati. I debiti invece comprendono le somme derivanti da accertamento ex art. 28 quinquies del D.P.R. n. 602/73 ossia accertamento con adesione, omessa impugnazione, conciliazione giudiziale, sanzioni definitive con i codici tributo disponibili sul sito dell’agenzia delle Entrate e riportati in allegato al dm. Per quanto riguarda invece i crediti da utilizzare in compensazione si dovrà fare riferimento ai codici tributo «istituiti con risoluzione dell’Agenzia delle Entrate».L’unico canale disponibile è il modello f24 ed ogni singola operazione dovrà essere riferita esclusivamente alla compensazione rientrante nella tabella sopraindicata
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.