Comunicazioni di irregolarità: per il modello F24 EP gli stessi codici dell’F24

Con la Risoluzione n. 42/E del 28 aprile 2015, l’Agenzia delle Entrate estende al modello F24 EP per gli enti pubblici i codici tributo utilizzati con il modello F24 per pagare le somme indicate nelle comunicazioni di irregolarità inviate a seguito della liquidazione automatizzata delle dichiarazioni (articoli 36-bis del Dpr 600/1973 e 54-bis del Dpr 633/1972). In particolare, gli enti che hanno ricevuto l’avviso relativo ad errori materiali e di calcolo risultanti dai controlli automatici, qualora decidano di versare una quota di quanto complessivamente richiesto dall’Amministrazione finanziaria con il codice “9001”, devono predisporre un modello F24 Ep, riportando i codici identificativi delle diverse imposte in corrispondenza degli “importi a debito versati”. Inoltre, vanno compilati: il campo “sezione”, con il valore “F” (erario), e i campi “codice atto” e “riferimento B”, rispettivamente, con il codice atto e con l’anno cui si riferisce il versamento, informazioni reperibili all’interno della comunicazione ricevuta.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.