Conservazione elettronica, scelta in dichiarazione

Sono scattate lo scorso venerdì 27 giugno le nuove regole sulla conservazione elettronica dei documenti fiscali previste dal decreto ministeriale del 17 giugno 2014 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 146 del 26 giugno). Tra le novità, viene previsto che la comunicazione all’Amministrazione fiscale dell’adozione della conservazione dematerializzata avverrà attraverso la dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di riferimento. Inoltre, il pagamento dell’imposta di bollo (se richiesta) per libri, scritture contabili e documenti tributari in versione informatica dovrà avvenire mediante F24 telematico. Per quanto riguarda i registri, l’imposta di bollo è dovuta ogni 2.500 registrazioni o loro frazioni. La sottoscrizione dei documenti digitali, per i quali è prevista la trasmissione al Fisco, deve avvenire tramite firma digitale oppure elettronica basata sui certificati rilasciati dalle Agenzia fiscali.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.