Credito d’imposta sisma 2012, ok all’utilizzo dal 21 marzo

Dal 21 marzo le imprese ed i lavoratori autonomi danneggiati dal sisma del 20 e 29 maggio 2012 potranno utilizzare in compensazione, tramite il modello F24, il credito d’imposta richiesto entro il 29 dicembre 2014 in relazione ai costi sostenuti negli anni 2012 e 2013 per il ripristino o la ricostruzione di aziende o studi professionali danneggiati o distrutti dal terremoto. A dare il via libera all’utilizzo del credito è stato il provvedimento del 20 marzo 2015 dell’Agenzia delle Entrate, che ha definito, altresì, le percentuali massime del credito d’imposta. In particolare, per i costi sostenuti nel 2012, il credito riconosciuto è pari al 100% dell’importo richiesto. Per quelli sostenuti nel 2013, invece, il credito spetta nella misura del 65,0934%. Per compensare il credito d’imposta, il modello di pagamento F24 deve essere presentato esclusivamente attraverso i canali telematici dell’Agenzia, Entratel e Fisconline. Con la risoluzione n. 30/E/2015, poi, è stato anche istituito il codice tributo da utilizzare in F24 (6843).
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.