Deduzione erogazioni liberali a ortodossi, induisti e buddhisti, in Gazzetta i decreti

Sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 132 del 12 giugno 2014 tre Decreti del Ministero dell’Economia e delle Finanze datati 30 maggio 2014, recanti diposizioni relative alle modalità di deduzione dall’IRPEF delle erogazioni liberali effettuate in favore delle seguenti rappresentanze religiose: Unione Induista Italiana, Sanatana Dharma Samgha; Sacra Arcidiocesi ortodossa d’Italia ed Esarcato per l’Europa Meridionale; Unione Buddhista Italiana. In particolare, i versamenti effettuati a favore delle tre confessioni, riconosciute con legge dalla nostra Repubblica nel corso del 2012, danno diritto alla deduzione dal reddito fino a all’importo di 1.032,91 euro a condizione che il contribuente sia in possesso dell’attestazione o ricevuta di versamento sul conto corrente postale o della banca che ha provveduto all’accredito sul conto dell’istituzione religiosa. In caso di pagamento diretto, va conservata la ricevuta emessa dall’ente destinatario della somma. In tutti i casi, deve essere indicata la causale dell’erogazione liberale.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.