Dichiarazione imposta di bollo virtuale: approvato il modello

Con provvedimento direttoriale del 14 novembre 2014, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello di dichiarazione relativa all’imposta di bollo che Poste italiane, banche, imprese di assicurazioni e altre società ed enti finanziari autorizzati al pagamento dell’imposta di bollo virtuale sugli atti emessi durante l’anno solare devono trasmettere in via telematica. Il modello consente l’immediata lettura degli elementi utili per la liquidazione definitiva dell’imposta, ma è utilizzabile anche per le dichiarazioni consuntive e le rinunce all’autorizzazione, nei casi di operazioni straordinarie, e per effettuare eventuali modifiche delle dichiarazioni già presentate. L’approvazione del modello si è resa necessaria in quanto dal 1° gennaio 2015 gli utenti che hanno ottenuto il via libera per assolvere l’imposta in modalità virtuale dovranno presentare, entro il 31 gennaio di ciascun anno successivo al periodo d’imposta di riferimento, la dichiarazione contenente l’indicazione del numero degli atti e dei documenti emessi nell’anno precedente, distinti per voce di tariffa, servendosi dei servizi telematici offerti dall’Agenzia (art. 1, comma 597, Legge di stabilità 2014). È stato previsto un periodo transitorio, dall’1 gennaio al 31 dicembre 2015, durante il quale, in caso di rinuncia all’autorizzazione, anche a seguito di operazioni straordinarie, le dichiarazioni devono essere presentate in formato cartaceo presso l’ufficio territoriale competente.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.