Errori in bilancio: gli effetti della correzione sul reddito di impresa

Nella Circolare n. 31/E pubblicata ieri 24 settembre, le Entrate forniscono chiarimenti su come correggere eventuali errori contabili derivanti dalla mancata imputazione di componenti negativi e positivi nel corretto esercizio di competenza. In particolare, viene illustrato il corretto trattamento fiscale, ai fini Ires e Irap, da applicare nel caso in cui, nel rispetto dell’indicazione dei corretti principi contabili, i contribuenti procedano alla correzione di errori di imputazione dei componenti di reddito. Se, ad esempio, il contribuente rileva in bilancio la correzione di errori relativi all’applicazione del principio di competenza per la determinazione del reddito d’impresa, dalle quali deriva l’omessa imputazione di elementi positivi, cioè di ricavi tassabili, per rimediare all’errore si deve presentare una dichiarazione integrativa a sfavore entro i termini per l’accertamento e versare quanto dovuto avvalendosi di sanzioni ridotte, secondo le misure e le modalità previste per il ravvedimento operoso.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.