Ex minimi, accorgimenti per la compilazione degli studi di settore

I contribuenti che sono fuoriusciti dal regime dei minimi, assorbito, a partire dal periodo d’imposta 2012, dal regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità, e che esercitino, come attività prevalente, un’attività economica per la quale è prevista l’applicazione degli studi di settore, devono prestare attenzione nel compilare il relativo modello. Il regime dei "minimi" prevede, infatti, che i ricavi, i compensi e le spese sostenute, che hanno già concorso a formare il reddito durante il periodo in cui si era "minimi", non assumono rilevanza nella determinazione del reddito dei periodi di imposta successivi sottoposti al regime ordinario, anche se di competenza di tali periodi. Al contrario, quei componenti che, pur di competenza del periodo soggetto al regime dei "minimi", non hanno concorso a formare il reddito imponibile del periodo stesso, assumono rilevanza nei periodi di imposta successivi nel corso dei quali si verificano i presupposti.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.