Fatturazione elettronica 2019: attenzione alle deleghe. Nuova FAQ delle Entrate

Se un professionista ha acquisito prima del 21 dicembre 2018 un modulo contenente il conferimento della delega al servizio di “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici”, può utilizzare tale delega per effettuare l’adesione al servizio di consultazione per conto del cliente? La risposta è stata fornita dall'Agenzia delle Entrate nella recente FAQ 61/2019 qui allegata.

Come si evince nella risposta, a seguito delle indicazioni del Garante per la protezione dei dati personali, a partire dal mese di maggio 2019 la consultazione e il download delle fatture elettroniche all’interno del portale Fatture e Corrispettivi sarà possibile solo se l’utente – o un suo intermediario specificatamente delegato – aderirà a un nuovo servizio di “consultazione”.
Questa novità è stata introdotta con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 21 dicembre 2018 che, oltre a modificare il provvedimento del 30 aprile 2018, ha modificato anche il provvedimento del 5 novembre 2018 e il relativo modello di conferimento delle deleghe ai servizi del portale Fatture e Corrispettivi. Conseguentemente, le deleghe conferite agli intermediari in un momento antecedente alla data del 21 dicembre2018 non consentiranno agli intermediari di effettuare – per conto dei propri clienti – l’adesione al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici.
Attenzione quindi, per poter effettuare le operazioni di adesione (o recesso) dal servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche per conto dei propri clienti è necessario che gli intermediari – delegati al servizio di consultazione delle fatture elettroniche prima del 21 dicembre 2018 – acquisiscano nuovamente la delega al servizio di consultazione

Allegati: