Il ragioniere non è dottore commercialista neppure con l’Albo Unico

Con la Sentenza n. 4796 del 26 febbraio 2013, la Corte di Cassazione stabilisce che, per l’iscrizione dei dottori commercialisti nella sezione A dell’Albo è necessario aver compiuto il relativo tirocinio prescritto e aver superato l’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione di dottore commercialista. Per questo un ragioniere, iscritto nella sezione A dell’Albo unico può utilizzare il titolo professionale di commercialista o di ragioniere commercialista, ma non quello di dottore commercialista, anche se nel frattempo ha conseguito la laurea magistrale in Economia.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.