Imprese agricole, nuovi incentivi dal Decreto competitività convertito in legge

Per sostenere le imprese agricole a prevalente partecipazione giovanile, la conversione in legge del Decreto competitività ha inserito alcune agevolazioni per l’accesso al credito. Si tratta della possibilità di ottenere mutui agevolati, a tasso zero, della durata massima di 10 anni, e di importo non superiore al 75% della spesa ammissibile. Possono essere finanziate le imprese che presentino progetti per lo sviluppo o il consolidamento dell’azienda agricola, attraverso iniziative nel settore agricolo e in quello della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, per investimenti di importo non superiore a 1.500.000 €. Possono usufruire di tali agevolazioni le imprese che subentrano nella conduzione di un’azienda agricola, che esercita da almeno due anni attività esclusivamente agricola. Le imprese subentranti devono possedere i seguenti requisiti: essere costituite da non più di sei mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione; esercitare esclusivamente attività agricola; essere amministrate e condotte da un giovane imprenditore agricolo di età compresa tra i 18 e i 40 anni, o se costituite in forma societaria, essere composte per oltre la metà numerica dei soci e delle quote di partecipazione, da giovani imprenditori agricoli di età compresa tra i 18 e i 40 anni.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.