IMU, per la cancellazione della seconda rata forse scatterà la clausola di salvaguardia

Domani dovrebbe essere emanato dal Governo il decreto legge sulla cancellazione della seconda rata dell'IMU per abitazioni principali non di lusso, fabbricati rurali, terreni agricoli, immobili delle cooperative edilizie a proprietà indivisa assegnate ai soci e adibite ad abitazioni principali, alloggi di edilizia residenziale pubblica assegnati dagli IACP. Al decreto legge in arrivo il Governo avrebbe già affiancato un decreto ministeriale con cui far scattare la clausola di salvaguardia, che comporta l'aumento di 2 o 3 punti percentuali degli acconti IRES e IRAP per le imprese in scadenza il prossimo 2 dicembre e l'aumento delle accise sui carburanti a partire da gennaio 2014.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.