Irpef sulle seconde case sfitte eliminata dal decreto sulla cancellazione dell’IMU

La bozza del D.L. n. 102/2013 sulla cancellazione della prima rata dell'IMU 2013 conteneva, inizialmente, una disposizione che prevedeva il ritorno dell'Irpef, nella misura del 50%, sugli immobili a disposizione sfitti (seconde o terze case per le vacanze, case date in uso ad un familiare). Con una nota ufficiale diffusa dal Governo, viene confermato che la disposizione, sebbene contenuta nella bozza del decreto legge, non è stata mantenuta nella versione finale del decreto, quella pubblicata in Gazzetta Ufficiale e, quindi, l'Irpef sugli immobili tenuti a disposizione sfitti è saltata.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.