Iva al 22% per la costruzione di residenze turistico-alberghiere

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 8/E del 14 gennaio, chiarisce il corretto trattamento Iva da applicare alle prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto stipulati per la costruzione di residenze turistico-alberghiere (Rta). In particolare, le Entrate precisano che le costruzioni scontano l'IVA con aliquota ordinaria al 22%. L'aliquota IVA è al 10% solo se la costruzione delle residenze turistico alberghiere è realizzata in un edificio Tupini qualora siano rispettate le proporzioni tra fabbricati abitativi e strumentali. In tal caso, le prestazioni rese ai soggetti che svolgono l'attività di costruzione sono soggette ad IVA al 4%.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.