IVIE per gli immobili in Inghilterra, si assume il valore medio

Con la Risoluzione n. 75/E del 6 novembre, l’Agenzia delle Entrate ha precisato, con riguardo all’imposta sul valore degli immobili all’estero (Ivie), che, per gli immobili situati nel Regno Unito e posseduti in regime di leashold (istituto che attribuisce un diritto all’utilizzo dell’immobile solitamente per un prolungato periodo di tempo, dietro il pagamento di un corrispettivo), si deve assumere come base imponibile il valore medio della fascia attribuita all’appartamento ai fini della Council tax, l’imposta municipale sulle abitazioni. Per l’applicazione della Council tax, infatti, non esiste un valore catastale cui fare riferimento e che, come precisato dalla circolare 28/E/2012, andrebbe preso in considerazione per determinare l’Ivie.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.