La semplice presunzione non basta a far scattare il reato tributario

La Corte di Cassazione, sezione III penale, con la sentenza n. 37071 depositata ieri 26 settembre 2012, ha affermato che la circostanza che il contribuente non giustifichi i movimenti bancari effettuati non è sufficiente da sola a far scattare la sussistenza del reato tributario. Perché venga riscontrato reato tributario, è necessario, infatti, che tali presunzioni siano supportate da ulteriori riscontri. In tema di reati tributari, quindi, non si può ricorrere alle presunzioni tributarie secondo cui, in assenza di giustificazioni, i movimenti bancari si considerano ricavi dell’azienda.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.