Legge di stabilità 2013, semaforo verde dalla Camera

Con 327 voti favorevoli, 73 no e 16 astenuti la Camera ha dato la sua approvazione alla legge di stabilità, che ora passa all’esame del Senato. Sono molte però le novità rispetto al testo previsto inizialmente dal Governo. Tra le principali si segnalano: la rinuncia alla riduzione delle prime aliquote Irpef, l’eliminazione di franchigia, tetto massimo di detraibilità e retroattività degli sconti fiscali. Vengono aumentate le detrazioni Irpef per i figli, che passano da 800 a 950 Euro per i figli con più di 3 anni, e da 900 a 1.220 per i figli da zero a 3 anni. Alzati anche gli sconti Irpef per i figli portatori di handicap, che passano da 220 a 400 Euro per ciascun figlio. Resta confermato l’aumento dell’Iva al 22% dal 1° luglio 2013 (dal 21% attuale), mentre resterà congelata al 10% l’aliquota Iva ridotta. Dal 1° gennaio 2013 scatterà la Tobin tax, un’imposta di bollo dello 0,05% sulle transazioni finanziarie, e sempre a partire dal 2013 verrà istituito un fondo (presso la Presidenza del Consiglio) per la concessione di un credito d’imposta a favore delle imprese che affidano progetti di ricerca e di sviluppo alle università e agli enti/organismi di ricerca, o che realizzano investimenti nel settore.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.