Liquidazione coatta amministrativa e risparmio gestito, il liquidatore applica la ritenuta

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 19/E del 13 febbraio, ha sottolineato che il liquidatore subentra in toto al sostituto d’imposta. Di conseguenza, se il liquidatore è chiamato ad amministrare il patrimonio che era gestito da una società di intermediazione mobiliare ed alcuni clienti di questa hanno optato per il regime del risparmio gestito, il commissario è tenuto ad applicare l’imposta sostitutiva del 20% sul risultato maturato. Già nella circolare 28/E/2006, era stato affermato che gli obblighi che gravano sul sostituto d’imposta, anteriormente alla liquidazione coatta amministrativa, si trasferiscono in capo al commissario liquidatore.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.