Mini Imu su terreni di coltivatori diretti e Iap: se è stata pagata, niente Irpef

Con la Risoluzione n. 41/E/2014, l'Agenzia delle Entrate si sofferma a chiarire il principio di sostituzione Imu-Irpef per i terreni. In particolare, precisa che tale principio trova applicazione anche in presenza del versamento della sola “mini” Imu. Deve essere, invece, assoggettata all'Irpef (e relative addizionali) la componente dominicale dei fondi esclusi dal pagamento dell'IMU per il 2013. Per i terreni agricoli, e quelli non coltivati, posseduti e condotti da coltivatori diretti e da imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola, non era dovuta l’Imu per l’anno 2013 (decreti legge nn. 54, 102 e 133 del 2013). In considerazione della disposizione normativa secondo la quale il tributo municipale sostituisce l’Irpef e le relative addizionali regionale e comunale dovute in relazione ai redditi fondiari relativi ai beni non locati, la risoluzione 41/E del 18 aprile chiarisce le modalità di compilazione della dichiarazione dei redditi in presenza di quei terreni.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.