Modello 730/2020: possibile la presentazione da parte degli eredi

Una delle novità fiscali di inizio anno è la possibilità per gli eredi del contribuente deceduto nel 2019 o comunque entro il 30/09/2020, di presentare il modello di dichiarazione 730 in luogo del modello Redditi PF, purché la persona deceduta sia stata in possesso dei requisiti per presentare il 730, ossia nel 2019 abbia percepito redditi di lavoro dipendente, redditi di pensione e/o alcuni redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente.

In tal caso però, il modello 730 va presentato al Caf o professionista abilitato o presentato telematicamente all’Agenzia delle entrate, non può essere consegnato né al sostituto d’imposta della persona fisica deceduta né al sostituto d’imposta dell’erede.

Si tratta a tutti gli effetti di una dichiarazione senza sostituto.

L'erede ha inoltre la possibilità di utilizzare la dichiarazione precompilata per conto del de cuius, tramite i servizi telematici delle Entrate, ricordiamo infatti, che dal 5 maggio, l’Agenzia delle entrate ha reso disponibile online la dichiarazione dei redditi precompilata e dal 14 maggio, poi, si potrà accettare, modificare e inviare il 730/2020, con termine di scadenza fissato al 30 settembre.

Attenzione però, un solo erede può accedere alla dichiarazione precompilata per conto della persona deceduta: il primo che accede inibisce gli altri eredi.

Chi presenta la dichiarazione per conto del de cuius deve compilare due modelli 730 riportando in entrambi il codice fiscale del contribuente deceduto e quello del soggetto che presenta la dichiarazione per conto di altri ovvero il codice fiscale dell’erede.

Vediamo i termini e le modalità dei Versamenti e Rimborsi

In presenza di un credito
Se dalla dichiarazione emerge un credito, la convenienza alla presentazione è strettamente correlata alla presenza di un credito per la velocità del rimborso (si ricorda che nel caso di presentazione del modello Redditi PF i tempi si allungano notevolmente).
In merito alle modalità di rimborso, innanzitutto occorre comunicare il proprio IBAN all’Agenzia delle Entrate:

  • direttamente online tramite la specifica applicazione disponibile sul sito delle Entrate
  • oppure presso qualsiasi ufficio della stessa Agenzia.

In seguito, in caso di mancato accredito delle somme per mancata comunicazione degli estremi bancari il contribuente erede riceve un invito a presentarsi in posta per importi al di sotto dei 1000,00 euro, diversamente per importi superiori può riscuotere un vaglia di Bankitalia.

In presenza di imposta a debito
Se dalla dichiarazione emerge un debito di imposta, per le modalità di versamento è necessario fare una distinzione:

  • se il decesso è avvenuto entro il 28 febbraio 2020, vanno rispettati i termini ordinari, vale a dire il 30 giugno 2020 ovvero il 30 luglio con la maggiorazione dello 0,40%;
  • se il decesso è avvenuto dopo il 28 febbraio 2020, vi è uno slittamento di sei mesi, il pagamento del saldo viene differito al 30 dicembre 2020 ovvero al 30 gennaio 2021 con la maggiorazione dello 0,40 per cento.

La convenienza del Modello 730/2020

CONVENIENZA AD UTILIZZARE IL 730 PER GLI EREDI

IRPEF

SCADENZA

Mod. 730

Mod. Redditi

Credito

Rimborso entro il 31.01.2021

Rimborso nel 2022

Debito

Pagamento entro il 30.12.2020
(per i decessi avvenuti dopo il 28 febbraio 2020)

Pagamento entro il 30.06.2020
(anche per i decessi avvenuti dopo il 28 febbraio 2020)

Vale la pena ricordare che, trattandosi di 730 presentato in assenza di sostituto:

  • in caso di modello precompilato presentato direttamente all’Agenzia delle entrate, è possibile eseguire il pagamento online oppure stampare l’F24 per versare con le modalità ordinarie.
  • in caso di modello presentato tramite Caf o professionista, l’intermediario trasmette l’F24 in via telematica all’Agenzia delle entrate o, in alternativa, entro il decimo giorno antecedente la scadenza del termine, lo consegna compilato al contribuente perché provveda al pagamento presso una banca convenzionata, un ufficio postale o l’agente della riscossione oppure, in via telematica, tramite i servizi online della stessa Agenzia o del sistema bancario/postale.

Riepilogando

Modello

Data del decesso

Presentazione

Versamento imposte

730/2020

entro il 28/02/2020

entro il 30/09/2020

30/06/2020
oppure 30/07/2020 con maggiorazione

dal 28/02/2020 al 30/09/2020

entro il 30/09/2020

30/12/2020
oppure 30/01/2021 con maggiorazione

Per le persone decedute successivamente al 30 settembre 2020, la dichiarazione dei redditi per l’anno d’imposta 2019 può essere presentata utilizzando esclusivamente il modello REDDITI PF, se la persona deceduta aveva presentato il modello 730/2019 dal quale risultava un credito successivamente non rimborsato dal sostituto d’imposta, l’erede può far valere tale credito nella dichiarazione presentata per conto del deceduto indicandolo nel rigo F3.