Partite Iva, scelta tra vecchio e nuovo regime dei minimi entro fine anno

Questi ultimi giorni dell’anno sono importanti per i contribuenti che intendono aprire una partita IVA. Se quanto previsto dal disegno di legge di Stabilità 2015 viene confermato in sede di approvazione definitiva della legge, infatti, dal 1° gennaio 2015 chi apre una partita IVA aderendo al nuovo regime forfetario pagherà un’imposta sostitutiva del 15%, anziché del 5% come previsto fino al 31.12.2014 dall’attuale regime dei minimi. Aprire una partita Iva oggi, entro il 2014, ed optare per l’attuale regime dei minimi significa, pertanto, garantirsi poi per altri quattro anni una tassazione notevolmente più bassa (imposta sostitutiva al 5% invece che al 15%), oltre che una soglia di ricavi o compensi a 30mila euro in luogo di una forfettizzazione con applicazione di una percentuale predeterminata e variabile in base alla categoria di appartenenza.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.