Per i contanti un tetto anti-evasione

La manovra ferragostana ha portato a 2.500 euro la soglia per l’utilizzo di contante, assegni e libretti di deposito fino ad ora di 5.000 euro.
La nuova soglia è diventata immediatamente operativa dal 13 agosto, data della pubblicazione del Dl sulla «Gazzetta Ufficiale» n. 188.

Lo scopo della disposizione è rendere più tracciabili e trasparenti i flussi di pagamento che avvengono tra privati, tra soggetti economici e tra privati e soggetti economici, senza l’intervento di intermediari finanziari.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.