Pronto il codice tributo per la sanatoria dei raccoglitori di scommesse

Con la risoluzione 1/E del 9 gennaio 2015 l’Agenzia delle Entrate ha fornito il codice tributo "5381" con cui i raccoglitori di scommesse, con vincite in denaro ma non collegati al totalizzatore nazionale, possono regolarizzare la propria posizione con il fisco. La sanatoria, prevista dalla Legge di stabilità 2015 (comma 643 della L. 190/2014), richiede che venga presentata all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, entro il 31 gennaio 2015, una dichiarazione di impegno alla regolarizzazione fiscale per emersione, e che venga versata la somma di 10 mila euro per ciascun punto di raccolta da regolarizzare. Per il versamento di tale importo occorre utilizzare il mod. F24 Accise, e indicare il codice tributo "5381", nella “Sezione Accise/Monopoli e altri versamenti non ammessi in compensazione”. In corrispondenza del campo “ente” occorre inserire la lettera “M”, nel campo “provincia” occorre indicare la sigla della provincia dove il “raccoglitore” pagante ha il domicilio fiscale, nel campo “codice identificativo” va inserito il codice di concessione (se non presente, va tradotto in “999999”), i campi “mese” e “anno di riferimento” corrispondono a quelli per cui si effettua il pagamento.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.