• Senza categoria

Rapporto immobiliare residenziale 2015, cauti segnali di ripresa

Con un comunicato stampa congiunto del 21 maggio, l’Agenzia delle Entrate e l’ABI, l’Associazione Bancaria Italiana, hanno reso noti i dati emersi dal Rapporto immobiliare residenziale 2015, lo studio realizzato dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate in collaborazione con Abi. I dati segnalano un balzo in avanti per mutui, compravendite e condizioni di accesso all’acquisto della casa. Dopo sette anni in negativo, torna a crescere il mercato italiano delle abitazioni residenziali che, nel 2014, sui rogiti effettivamente registrati nell’anno, mostra un +3,5% rispetto all’anno precedente. Lo stesso comunicato precisa, però, che il segnale positivo va interpretato cautamente, perché influenzato dagli effetti fiscali della modifica dell’imposta di registro intervenuta dal 1° gennaio 2014, che ha portato a rogitare acquisti, di fatto compiuti sul finire del 2013, nei primi mesi del 2014.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.