Ravvedimento lungo “più corto” per l’IMU

Il dipartimento delle Finanze, nella bozza di istruzioni alla dichiarazione IMU, precisa che il ravvedimento lungo dell’omesso versamento IMU non può essere effettuato entro un anno dall’infrazione, bensì entro il termine di presentazione della dichiarazione IMU. Il dipartimento afferma, infatti, che la dichiarazione IMU deve essere considerata come una dichiarazione “periodica” e, pertanto, secondo quanto stabilito dall’art. 13, D. Lgs. n. 472/1997, la regolarizzazione spontanea di errori o omissioni nei versamenti IMU può avvenire, scaduti i primi 30 giorni, entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa a tale imposta. Questo termine, tuttavia, è più corto di quello stabilito nel caso in cui non sia prevista dichiarazione periodica (un anno dall’omissione o dall’errore).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.