Redditometro al vaglio delle categorie

Nella presentazione del nuovo redditometro la prossima settimana si conosceranno in dettaglio i valori attribuiti a ciascuno degli elementi indicativi di reddito, circa un centinaio, con il quale verrà costruito il reddito presunto del contribuente. La fase sperimentale durerà fino a fine anno e i dati verranno comparati a quelli degli studi di settore. Cna e Confartigianato non si dicono contrari a priori allo strumento ma sottolineano i limiti di questa  “determinazione induttiva del reddito” e la necessità di un fondato contraddittorio per tutelare i contribuenti da errori.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.