Revisori e commercialisti, equipollenza fino a gennaio 2014

Il D.L. “Finanza pubblica”, denominato “Misure urgenti in materia di enti territoriali e a tutela della finanza pubblica”, è stato varato ieri nel tardo pomeriggio dal Consiglio dei ministri. Il decreto, tra le altre misure, prevede l’equipollenza per i dottori commercialisti e gli esperti contabili almeno fino a gennaio 2014. Fino all’entrata in vigore del nuovo regolamento si potrà accedere al Registro dei revisori legali con il vecchio esame (o con l’equipollenza). In particolare, dal giorno della pubblicazione del decreto legge in Gazzetta Ufficiale, il Registro dei revisori, attualmente gestito dal ministero dell’Economia, dovrà accettare le richieste di iscrizione assecondando quelle che rispettano i requisiti previsti dal D. Lgs. n. 88/1992, e non quelli previsti dal Dm 144/2012, iscrivendo tutti coloro che nei mesi scorsi avevano inutilmente presentato richiesta. Dopo il varo del regolamento ora all’esame del Consiglio di Stato, invece, per i commercialisti l’accesso al Registro dei revisori legali sarà subordinato al superamento di una prova di esame scritta sulle materie tecnico-professionali e della revisione (con esonero per le materie aziendali e giuridiche); per gli avvocati è previsto l’esonero solo dalla prova in materie giuridiche. Occorrerà, poi, fare l’esame orale sulle materie prescelte.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.