• Senza categoria

SISTRI da modificare e non da abolire

Rispondendo alla Camera a interrogazioni di vari gruppi parlamentari, il sottosegretario all’Ambiente Silvia Velo ha sottolineato che, in ogni caso, «è irrinunciabile che lo Stato si doti di un sistema di tracciamento dei rifiuti di tipo informatico moderno, efficiente, efficace e meno eludibile di quello cartaceo. Lo scopo del Sistri rimane collaborare con le imprese per porre l’Italia al passo con i più evoluti Paesi europei». Il sottosegretario ha ricordato anche che, in caso di azzeramento, «l’Amministrazione dovrebbe sostenere gli oneri economici delle spese sostenute per realizzare il sistema». In sostanza, il Governo «apre» alla possibilità di rivedere le norme sul Sistri nel decreto legge competitività, ma non all’abolizione che porrebbe «rilevanti problematiche».
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.