Spesometro: fuori gli enti pubblici per l’anno 2014

Con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 31 marzo 2015, che modifica i due precedenti del 5 novembre 2013 e del 2 agosto 2013, vengono esclusi dall’obbligo dello spesometro 2014 le pubbliche amministrazioni (Stato, Regioni, Province, Comuni e altri organismi di diritto pubblico, amministrazioni autonome), come era già avvenuto per gli anni 2012 e 2013. Inoltre, i commercianti al minuto e le agenzie di viaggio e turismo (di cui agli artt. 22 e 74-ter del D.P.R. n. 633/1972), in continuità con quanto stabilito per gli anni 2012 e 2013, anche per il 2014 non sono tenuti a comunicare le operazioni di importo unitario inferiore a 3.000 euro, al netto dell’Iva.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.