Srls, nessuna modifica al modello standard di atto costitutivo

Il ministero dello Sviluppo economico, divisione del Registro imprese, nella nota Prot. n. 6404 del 15 gennaio 2014, ha precisato che il modello standard di atto costitutivo della società a responsabilità limitata semplificata (Srls) «non può essere oggetto di modifiche». La Srls è il nuovo tipo di società, disciplinato dall’articolo 2643-bis del Codice civile, il cui capitale sociale può essere compreso tra 1 e 9.999,99 euro ed il cui atto costitutivo va redatto secondo un modello standard fissato da un decreto del ministro della Giustizia. Secondo il MISE, il nuovo comma 3 dell’art. 2463-bis del c.c. (introdotto dal D.L. n. 76/2013), nel prevedere che “Le clausole del modello standard tipizzato sono inderogabili”, ha voluto evidenziare che il modello standard di atto costitutivo/statuto della SRL semplificata non può essere oggetto di modifiche (salvo quelle indispensabili per renderlo coerente con la legge notarile). Ciò, al fine di evitare una sovrapposizione tra la SRL semplificata e la SRL ordinaria con capitale inferiore a 10.000 euro.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.