• Senza categoria

Studi di settore, ok ai correttivi

La Commissione degli esperti degli Studi di settore, riunitasi ieri 4 aprile, ha dato il via libera definitivo ai correttivi applicabili agli studi di settore per il periodo d’imposta 2012. Le modifiche recepiscono le criticità dello scorso anno, adeguando gli indicatori alla sfavorevole congiuntura economica sulla base delle informazioni acquisite dalle associazioni di categoria e dagli Osservatori regionali, dei dati forniti dalla Banca d’Italia, dall’Istat e da Prometeia, oltre che di quanto emerso dalle comunicazioni e dichiarazioni annuali Iva relative al periodo d’imposta 2012. Le revisioni, come lo scorso anno, hanno preso in considerazione quattro tipi di interventi: normalità economica, correttivi specifici per la crisi, correttivi congiunturali di settore e correttivi individuali. Un correttivo specifico per la crisi è stato quello connesso con l’incremento del prezzo dei carburanti e che interessa, naturalmente, il settore del trasporto, quello più colpito da tale andamento; gli studi coinvolti sono: VG68U – Trasporto di merci su strada e servizi di trasloco; VG72A – Trasporto con taxi e noleggio di autovetture con conducente; VG72B – Altri trasporti terrestri di passeggeri.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.