TARES, maggiorazione senza sanzioni se il ritardo è dovuto al Comune

Nel corso di un question time tenutosi ieri presso la Commissione Finanze alla Camera, il sottosegretario Baretta ha affermato che non si applicherà alcuna sanzione in caso di versamento insufficiente della maggiorazione Tares in scadenza il 24 gennaio se ciò è dipeso dal ritardato invio dei bollettini precompilati da parte dei Comuni. I Comuni possono decidere un importo minimo al di sotto del quale non procedere ad accertamenti, essendo stato cancellato il limite di 30 euro per l’accertamento relativo ai tributi comunali ad opera della Legge di Stabilità 2014.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.