• Senza categoria

TUC in sostituzione della TRISE

Nel corso dell’iter parlamentare di approvazione del Disegno di Legge di Stabilità 2014, un emendamento del relatore D’Alì del PDL propone la sostituzione della TRISE con il TUC, ovvero il Tributo Unico Comunale. Con il TUC, il PDL prova a riscrivere totalmente la TRISE (composta da TARI e TASI) che era destinata a sostituire dal 1° gennaio 2014 la TARES e l’IMU. Secondo l’emendamento proposto, il TUC non sarà dovuto sull’abitazione principale, sui terreni agricoli e sui fabbricati rurali. Il TUC avrà un’aliquota massima del 10,6 per mille, da applicare sugli immobili e sui servizi indivisibili dei Comuni sulla base di due componenti: la componente patrimoniale, che potrà avere aliquota massima dell’8,1 per mille, e la componente sui servizi indivisibili che potrà avere misura massima dell’1,5 per mille per l’inquilino e dell’1 per mille in più per il proprietario. Viene proposto il versamento in 3 rate: 16 aprile, metà agosto e 16 dicembre.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.