Voluntary disclosure, verso sanzioni ridotte per i Paesi Black list con accordi

E’ stato presentato alla Camera un emendamento al Decreto Milleproroghe relativo alla voluntary disclosure, con cui viene proposto di riallineare i termini di accertamento per l’applicazione delle sanzioni da monitoraggio fiscale a quelli ordinari quinquennali, in modo da rendere più appetibile il rientro dei capitali provenienti da Paesi black list che abbiano sottoscritto accordi sullo scambio di informazioni con l’Italia. Qualora fosse approvato l’emendamento, si avrebbe un trattamento sanzionatorio di favore uguale a quello previsto per i Paesi della white list italiana, di cui la Svizzera e altri Stati come il Lussemburgo e San Marino che hanno già stipulato con l’Italia accordi analoghi.
 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.